Consulta gli orari in vigore
delle aule studio e multimediali

Home » News
  • 23 luglio presentazione nuova piattaforma LexisUni

     

    Il 23 luglio alle ore 11:00 è prevista una presentazione di aggiornamento con demo live della nuova piattaforma NexisUni di LexisNexis.
    La banca dati, distribuita da Cenfor International, è leader nell’informazione giuridica ed economica di ambito internazionale, con un menu specifico che integra legislazione e giurisprudenza USA ex Commonwealth, EU, informazioni di carattere economico-aziendale e finanziario, profili aziendali, analisi industriali, brevetti, riviste scientifiche di settore, news e quotidiani internazionali.
    Tra le novità comprese nell’upgrade:
    Power Search (con un numero ancora più elevato di filtri per incrementare ulteriormente la ricerca grazie anche all’Intelligenza Artificiale).
    -Nuova sezione Analytics per accedere ai dati d’analisi delle ricerche. I dati sono suddivisi in diverse categorie attraverso l’utilizzo di grafici, tabelle e nuvole di etichette.
    -Possibilità di accedere a un riassunto degli articoli per valutare in anteprima l’importanza del contenuto (attualmente questa opzione è disponibile solo per il materiale redatto in lingua inglese e per le notizie).

    Per iscrivesri alla presentazione inviare una richiesta all’indirizzo: laura.lentini@cenfor.net

    Programma:
    1. Presentazione delle caratteristiche di Nexis Uni e panoramica sull’upgrade della piattaforma a cura di Laura Lentini, Cenfor International.
    2. Demo live della nuova piattaforma con esempi di ricerca a cura di Sonia Minetto, Università di Genova.
    3.Q&A

    LexisUni contiene:
    -Oltre 15.000 fonti di notizie di attualità da tutto il mondo e informazioni socio finanziarie e fonti di diritto relative a USA, UK, Paesi ex Commonwealth e tutti i Paesi di Common Law.
    -2000 aggiornate
    -1600 periodici e riviste internazionali
    -1000 trascrizioni di notiziari
    -Law Reviews (pubblicazioni giuridiche accademiche delle università statunitensi)
    -Riviste dell’ordine degli avvocati, riviste dell’ABA (American Bar Associations), giornali giuridici, newsletter giuridiche e molto altro
    -Common Law (legislazione e giurisprudenza USA federale e statale, comprese le sentenze della Corte Suprema degli Stati Uniti dal 1790)

  • Calendario chiusure Biblioteche e servizi per il periodo estivo

  • lI progetto Open Journals Messina si arricchisce di una nuova Rivista

    La rivista Classica Vox  migra sulla piattaforma Open Journals Messina, il Portale delle Riviste Diamond Open Access dell’Università di Messina che ne assume anche la responsabilità editoriale. Classica vox è una rivista di studi classici on line, fondata nel 2019 e giunta nel 2023 al suo quinto fascicolo. È diretta da Anna Maria Urso, ordinaria di Filologia classica presso l’Università di Messina, Paola Radici Colace, già ordinaria di Filologia classica nel medesimo ateneo, e Nicola Basile, docente di ruolo di italiano e latino presso il liceo “Concetto Marchesi” di Mascalucia (CT), e si avvale della collaborazione di un comitato scientifico internazionale. “Classica vox” accoglie contributi in italiano e nelle lingue europee relativi alle letterature greca e latina in tutti i loro aspetti, dalla filologia alla linguistica, dalla storia letteraria all’antropologia del mondo antico agli studi sulla ricezione. Oltre a una sezione di saggi e note e a un’appendice di recensioni, la rivista dedica spazio alla didattica delle lingue classiche e promuove la ricerca sulla sperimentazione metodologica all’interno della scuola. Classica vox fa propri i principi dell’accesso aperto e sostiene la libera circolazione della comunicazione scientifica, senza alcun costo di pubblicazione e consultazione.

    Open Journals Messina è un progetto curato dal Sistema Bibliotecario di Ateneo, che si avvale della piattaforma di pubblicazione open sourceOpen Journal Systems, lo strumento più diffuso al mondo per la pubblicazione di riviste scientifiche ad accesso aperto di ambito accademico e che gestisce l’intero processo editoriale.

  • 17 luglio 2024 – Laboratorio di perfezionamento per i dottorandi della Scuola di Dottorato di ricerca in Scienze Giuridiche
    Locandina

    La Scuola di Dottorato di ricerca in Scienze Giuridiche in collaborazione con il Sistema Bibliotecario di Ateneo organizza per i propri dottorandi un laboratorio finalizzato a perfezionare la conoscenza e l’uso  di strumenti avanzati per la ricerca  dell’informazione bibliografica e normativa. Il Laboratorio si terrà alle ore 11.00 presso l’Aula 4 del dipartimento di Giurisprudenza.

     

     

    Programma:
    · Saluti della coordinatrice della scuola di Dottorato di Ricerca in Scienze Giuridiche
    · Il Portale e il Discovery del Sistema Bibliotecario di Ateneo come strumento di ricerca avanzata dell’informazione scientifica
    · Le banche dati del settore giuridico
    · L’archivio Istituzionale IRIS
    · Il sistema antiplagio di Ateneo

  • 23 luglio – Chiusura sala lettura Biblioteca di Ingegneria Polo Papardo

    Nella giornata del 23 luglio la sala lettura della Biblioteca di Ingegneria rimarrà chiusa poichè sede di svolgimento di ammissione alle scuole di specializzazione di area sanitaria. Rimangono attivi i servizi.

  • Giovedì 27 giugno 2024 – “Dall’Open Access all’Open Science: principi e buone pratiche”

    Giovedì 27 giugno 2024, alle ore 10,30, si svolgerà il Seminario “Dall’Open Access all’Open Science: principi e buone pratiche”, un incontro su piattaforma Teams organizzato dallUniversità degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria ma che potrà essere seguito in presenza presso la Sala Cannizzaro del plesso del Rettorato dell’Università degli Studi di Messina.
    Il Seminario ibrido che vedrà la partecipazione della dott.ssa Benedetta Alosi, già Coordinatrice del Sistema Bibliotecario di Ateneo di Messina, affronterà i temi e le buone pratiche che possono essere adottate per affermare i principi dell’Open Science.

  • Nuova pubblicazione Diamond OA edita da UniMe

    Il progetto Open Journals Messina si arricchisce di una nuova Rivista Diamond Open Access, Preliminary Reports and Negative Results in Life Science and Humanities realizzata su iniziativa di Carmelo Mario Vicario, Professore Ordinario di Psicologia Fisiologica presso il Dipartimento di Scienze Cognitive, Psicologiche, Pedagogiche e Studi Culturali.

    La rivista si propone di pubblicare studi preliminari e ricerche in fase iniziale nei campi delle scienze della vita e delle scienze umane, consentendo ai ricercatori di condividere risultati iniziali e ipotesi con la comunità accademica, promuovendo così la collaborazione e la nascita di nuovi progetti di ricerca. Tra le peculiarità più evidenti, spicca la vocazione a pubblicazione ricerche approdate a risultati negativi, fondamentali contributi per evitare inutili duplicazioni.

    Open Journals Messina è un progetto curato dal Sistema Bibliotecario di Ateneo, che si avvale della piattaforma di pubblicazione open source “Open Journal Systems“, lo strumento più diffuso al mondo per la pubblicazione di riviste scientifiche ad accesso aperto di ambito accademico e che gestisce l’intero processo editoriale.

  • 17 e 18 giugno 2024 – Corso di formazione AIB “Conoscere, conservare, valorizzare i fondi d’autore e di persona”

    L’obiettivo del corso è fornire un quadro metodologico e le indicazioni pratiche per il riordinamento e la gestione degli archivi, definendo la “cassetta degli attrezzi” utile a curatori, archivisti e bibliotecari.

    Il corso, che si terrà esclusivamente in presenza nei giorni 17 giugno – dalle ore 10:00 alle ore 19:00 e 18 giugno – dalle ore 09:00 alle ore 18:00, presso l’aula al III piano del Dipartimento di Economia, sarà così articolato:

    Primo modulo
    Orientarsi negli archivi. Archivi di persona e fondi d’autore. I fondi d’autore: caratteristiche e
    specificità.
    Secondo modulo
    Il trattamento dei fondi d’autore: riordinamento e descrizione. Casi di studio e buone pratiche.
    Terzo modulo
    Comunicazione e rappresentazione dei fondi d’autore: dai software di descrizione archivistica (e non solo
    archivistica) alle attività di narrazione. Wikipedia per i fondi d’autore.
    Quarto modulo
    La conservazione dei fondi d’autore: organizzazione degli spazi, contenitori e supporti per la
    conservazione, la manipolazione e l’esposizione, interventi ordinari di conservazione preventiva.

    A conclusione del corso è previsto il test di verifica finale

    Docenti:
    Concetta Damiani: Università della Campania “Luigi Vanvitelli”
    Alessandra Boccone: SBA, Università di Salerno
    Tania Maio: SBA, Università di Salerno
    Simona Inserra: Università di Catania

  • È attiva la nuova versione della banca dati del Cambridge Cristallographic Data Center (CCDC)

    La banca dati CCDC, contiene oltre 850.000 strutture cristalline di composti organici e metallorganici, determinate utilizzando la diffrazione dei raggi X e la diffrazione del neurone. Il database offre una copertura completa della letteratura pubblicata ed è diventata una risorsa essenziale per gli scienziati di tutto il mondo. È possibile utilizzare la banca dati in due modalità: una versione web più limitata e una versione con installazione del client che presenta più funzionalità.

    Istruzioni per l’istallazione

  • 17 e 18 giugno 2024 – Chiusura biblioteche e sospensione dei servizi

    Nei giorni 17 e 18 giugno le biblioteche rimarranno chiuse per permettere la frequenza di un corso di aggiornamento al personale afferente al Sistema Bibliotecario di Ateneo. Negli stessi giorni saranno sospesi anche i servizi.

     

content-sidebar