UniME Discovery Service assicura l'accesso integrato a tutte le risorse bibliografiche dell'Ateneo attraverso una singola stringa di ricerca. Con UniME Discovery Service è possibile effettuare una ricerca per reperire monografie, riviste, periodici elettronici, pubblicazioni, tesi di dottorato ...
Home » Articles posted by Staff_SBA (Page 2)

Fase 2 UniME – Biblioteche chiuse, servizi aperti

In ottemperanza al “Documento ad interim dell’Università di Messina sull’avvio della fase 2“ e ai Protocolli Specifici adottati all’interno dell’Ateneo di Messina per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid-19, le Biblioteche del Polo centrale, la Biblioteca del Polo Annunziata – Sezione umanistica e la Biblioteca del Polo Papardo riprendono l’erogazione di alcuni servizi essenziali.
In particolare, in questa fase, saranno garantiti i servizi di prestito e di richiesta di articoli cartacei, per motivi urgenti di studio, esclusivamente al personale accademico strutturato (docenti, ricercatori, PhD, dottorandi, specializzandi) e ai tesisti muniti di motivata autorizzazione rilasciata dal proprio relatore e per un massimo di tre richieste per volta.

  • il servizio di prestito locale sarà fornito previa prenotazione obbligatoria da effettuarsi con un apposito modulo accessibile anche dai Canali Biblioteca del polo centrale, Biblioteca del polo Annunziata e Biblioteca del polo Papardo del Team SBA – Servizio di Orientamento e Consulenza bibliografica. La richiesta verrà sottoposta al vaglio del personale bibliotecario che verificherà la disponibilità della risorsa bibliografica richiesta e concorderà con l’utente il giorno e l’ora per il ritiro dei libri.
  • per la consegna e la restituzione dei libri, saranno attrezzate postazioni di front office nell’atrio del Palazzo del Rettorato e nell’atrio dell’ingresso principale del DICAM – polo Annunziata dove saranno ricevuti gli utenti su appuntamento fissato dal personale bibliotecario in una delle  giornate di apertura del servizio. La restituzione dei libri, in particolare, sarà effettuata previa identificazione dell’utente e del libro, a distanza di sicurezza dagli operatori e mediante deposito da parte dell’utente stesso, all’interno di un apposito contenitore che sarà fornito al momento, in un apposito carrello che sarà posizionato in prossimità del front office. I volumi restituiti verranno collocati in quarantena per dieci giorni prima del loro riutilizzo e dunque, in detto periodo non saranno disponibili per il prestito. Per motivi di sicurezza, l’utente dovrà attenersi alle indicazioni ricevute dal personale bibliotecario.
  • anche la richiesta di articoli da riviste cartacee o capitoli di libri sarà garantita esclusivamente al personale accademico strutturato (docenti, ricercatori, PhD, dottorandi, specializzandi) e ai tesisti muniti di motivata autorizzazione rilasciata dal proprio relatore che potranno usare lo specifico modulo online o inviare un massimo di tre richieste all’indirizzo di posta elettronica della biblioteca del polo centrale o della biblioteca del polo Annunziata o della Biblioteca del polo Papardo.

In tutte le Biblioteche di Ateneo, rimane sospeso il servizio di consultazione in sede ma continueranno ad essere erogati tutti i servizi digitali e a distanza che possono essere richiesti attraverso il Team SBA – Servizio di Orientamento e Consulenza bibliografica.

Per qualsiasi ulteriore notizia e aggiornamento si raccomanda di consultare periodicamente il Portale del Sistema Bibliotecario.

Condivisione delle risorse bibliografiche al tempo del COVID-19 (RSCVD)

Il Comitato IFLA Document Delivery and Resource Sharing Section (DDRS)  ha promosso una iniziativa per facilitare a livello internazionale le attività e i servizi di condivisione delle risorse bibliografiche durante il periodo del COVID-19.
L’iniziativa, alla quale partecipa anche l’Università di Messina, si chiama Resource Sharing during COVID-19 (RSCVD) ed è aperta alle biblioteche di tutto il mondo.

A causa della pandemia e della conseguente chiusura della maggior parte delle biblioteche, servizi quali la fornitura documenti e il prestito sono diventati difficili da portare a termine o addirittura impossibili.

Tuttavia, poiché i bisogni informativi degli utenti rimangono gli stessi, con l’aiuto dei membri del Comitato DDRS e di circa 60 bibliotecari volontari in tutto il mondo, è stato creato uno strumento molto semplice affinché le biblioteche possano inoltrare le richieste dei propri utenti ad altre biblioteche in grado di fornire i documenti necessari. L’unico requisito è che le richieste provengano da biblioteche/bibliotecari, e non da singoli utenti, e che riguardino articoli di riviste o capitoli di libro, nel rispetto dei limiti consentiti dalla legge.

Alla data del 10 maggio, cioè a conclusione della terza settimana dall’avvio del progetto, le richieste sono state circa 1400 da tutti i continenti e, tra queste, moltissime sono state le richieste avanzate dalle biblioteche italiane. Il progetto è destinato a durare fino alla fine dell’emergenza e di giorno in giorno vede aumentare il numero di volontari che vi partecipano.

Per altre informazioni sul servizio, consultare il sito RSCVD  e la pagina dedicata sul portale  NILDE o inviare una mail a lmaimone@unime.it